Il Protagonista – Angel Correa

Ecco chi è quello che potrebbe diventare uno dei colpi più costosi della storia del Milan.

Angel Martín Correa Martínez, nasce il 9 marzo 1995 nella città argentina di Rosario (come colleghi del calibro di Ever Banega, Angel Di Maria e Leo Messi). Cresciuto nel quartiere di malfamato di Las Flores, con altri 9 fratelli in una famiglia di umili origini, da subito si avvicina al mondo del calcio.Tuttavia, ben presto la vita gli riserva brutte sorprese, mettendolo davanti a continue tragedie. All’età di 10 anni, infatti, perde il padre, stroncato da una grave malattia.

Soltanto 2 anni dopo, quando Angelito (soprannome attribuitogli dai suoi amici sin da piccolo) inizia a farsi strada nelle giovanili del San Lorenzo, perde anche il fratello maggiore.
Nel frattempo, intorno a lui, i suoi amici vanno man mano perdendosi, imboccando tanto pericolose quanto discutibili strade, che li conducono direttamente nella malavita locale.

Quando ero piccolo dicevano che sarei diventato un drogato o un criminale, ma ho sempre avuto ben chiaro il mio obiettivo di diventare un calciatore.

Nonostante il peso degli ostacoli della sua vita, Angel procede nella sua carriera calcistica, riuscendo a diventare un punto fermo della prima squadra del San Lorenzo.  Tra il 2012 ed il 2014, infatti, riesce a totalizzare 61 presenze mettendo a segno anche 12 reti (un bottino niente male per un ragazzo poco più che maggiorenne) arrivando a vincere un campionato (2013) e la Libertadores (2014).

Le sue ottime prestazioni attirano ben presto le sirene del calcio europeo. Il 27 maggio 2014, infatti, viene acquistato Atletico Madrid per una cifra di circa 7,5 milioni di euro.
Quello che sembra essere l’inizio di un capitolo finalmente felice della sua vita, assume nuovamente dei risvolti tragici.

Il 17 luglio 2014, due mesi dopo dal suo trasferimento nella capitale spagnola, gli viene diagnosticato un tumore benigno al cuore, che lo costringe a sottoporsi ad un intervento chirurgico a New York. La ripresa è lunga e dolorosa, tanto da lasciarlo lontano dai campi per tutta l’annata. Tornato ad allenarsi nel dicembre 2014, riesce ad esordire soltanto nella stagione successiva.

È il 22 agosto 2015, quando contro il Las Palmas,  subentra ad Óliver Torres al 65º minuto. Tuttavia è il  19 settembre successivo a rappresentare la data della svolta e della rivincita sulle difficoltà, giorno in cui sigla la sua prima rete in rojiblanco nella vittoria esterna contro l’Eibar  per 2-0 (subentrando a Koke al 61º minuto e trovando il gol un minuto dopo su assist di Fernando Torres).

Non ho mai avuto paura di morire. L’unica cosa a cui pensavo – rivelò a Clarin – era tornare in campo il più presto possibile. Non puoi permettere alla paura di sopraffarti.

Le prime due stagioni effettive con l’Atletico, sono positive per il ragazzo, il quale mette insieme presenze su presenze, trovando con discreta continuità anche la via della rete.
Ma la vita continua a fargli pagare a duro prezzo ogni singola gioia; nel 2017, infatti, perde anche il fratello Luis, suicidatosi per il peso di un’omosessualità mai accettata in famiglia.

Penso sempre a loro, mi mancano tantissimo. L’unico momento in cui riesco a non pensarci – ha confessato Angel in una lunga intervista a El Pais – è quando gioco a calcio.

Continua la sua esperienza con i Colchoneros, affermandosi nel ruoli di  seconda punta ed attaccante esterno, arrivando vincere un’Europa League e una Supercoppa europea, entrambe nel 2018.

Qui arriviamo al presente. Angel, infatti, sarà il colpo dell’estate per il Milan. Ingente sarà l’esborso economico della società rossonera, la quale è certa di stare per mettere le mani un grande giocatore.
Non sappiamo se i numeri e le prestazioni ripagheranno a pieno l’investimento di Boban & co., quello che però è certo è che il Angel sarà lì, partita dopo partita, a lottare sul campo, lottare per emergere e vincere…
…così come fa da tutta una vita.

di Rocco Lucio Bergantino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...