F1 – Ferrari: Stiamo progredendo…

Gli errori del muretto Ferrari non si contano più, cosi come quelli di Vettel (che, ricordiamo, sono già costati un titolo mondiale). E’ quasi inutile ricordare il doppio sorpasso subito da Leclerc per mano di Verstappen, prima ai box, per la lentezza nel cambio gomme, e poi nel secondo pit stop, che per Verstappen era obbligato, ritardato inspiegabilmente per il monegasco, dopo una fantastica difesa nei confronti dell’olandese con una RB chiaramente più performante. Leclerc ha recuperato il podio, oltre che per la sua gara fenomenale, il sorpasso da cineteca su Gasly e la terza posizione in griglia, ottenuta soprattutto grazie ad una sua prodezza, ebbene lo ha recuperato grazie a Vettel che ha tamponato Verstappen…

Ma la sostanza è che attualmente, su piste complete che richiedano un carico aerodinamico medio con curve veloci e dove serve anche aderenza meccanica e trazione per la presenza di tratti misti, la Ferrari non solo è lontanissima dalla Mercedes, ma è dietro anche alla Red Bull. Il tentativo di partire con gomme rosse pianificando una gara a 2 soste, denota la frustrazione di un team consapevole che la SF90 è nata male, con carenze telaistiche non risolvibili con un normale sviluppo durante la stagione (nel quale peraltro a Maranello non hanno mai brillato, e che invece è il punto di forza della Red Bull, come si vede anche in questa stagione), e che tenta quindi di inventarsi strategie alternative, nella speranza di una Safety Car o di un evento particolare, che comunque anche se si verifica il team non è in grado di gestire a proprio vantaggio.

A Maranello si riparte tutti gli anni daccapo; l’anno scorso, andavano forte sulle piste lente, male in quelle veloci, con tanti rettilinei, avendo fatto la scelta di avere più carico aerodinamico a scapito della resistenza all’avanzamento; quest’anno, il progetto è andato nella direzione opposta; motore potente ad alti regimi, ma carente in trazione, e macchina più scarica; di conseguenza, la Ferrari è andata bene in Bahrein e in Canada, e anche in Austria e a Baku, ma non ha capitalizzato per colpa di errori propri o dei piloti o problemi di affidabilità. Non si riesce a mettere in pista ad inizio stagione una vettura ad alto carico, potendo cosi modificare il set-up a seconda delle caratteristiche del circuito, e sfruttando la maggiore potenza della PU italiana, che deve comunque fare i conti con le inattese prestazioni del motore Honda, oltre che combattere con la Mercedes. 

Stando cosi le cose, senza improbabili aggiornamenti che stravolgano i valori (ma in questo sport non si improvvisa nulla), la Ferrari potrebbe vincere a Monza, e forse a Spa. In tutte le altre piste rimanenti, pur se i valori non saranno sempre gli stessi, sarà difficile ascoltare l’inno di Mameli sul podio. Sostanzialmente, dopo un 2018 comunque competitivo, dove il titolo è stato perso per problemi di pilotaggio piuttosto che di prestazioni, siamo tornati al 2016. Ma Mattia Binotto dice che stanno progredendo…

Infine, non si può non sottolineare il pieno marasma in cui sta piombando Sebastian Vettel. Il campione tedesco soffre la presenza di Leclerc, e non riesce a trovare il feeling con una vettura e con le gomme; ma soprattutto, non regge la pressione in gara, e nei duelli ha quasi sempre la peggio, oltre ad essere più soggetto ad errori degli altri piloti top team; ricordiamo che, al netto della discutibile decisione della direzione gara, la sconfitta “a tavolino” in Canada, una delle poche piste dove la Ferrari quest’anno poteva vincere, è stata comunque dovuta ad un suo errore.

di Giovanni Cantagalli (Formula1.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...