F1 – Ancora una doppietta Mercedes nel Gp numero 1000

Scatta molto bene Lewis Hamilton e riesce ad infilare subito il compagno Bottas. Per la terza volta in questa stagione il  poleman non mantiene la posizione dopo la prima curva. Parte bene anche Vettel che prova l’attacco su Bottas ma deve alzare il piede e viene quindi passato dal compagno di squadra Leclerc che sfrutta lo spazio aperto da Hamilton.

Dopo solo 5 giri il distacco tra le Mercedes e le Ferrari è già importante, intorno ai 5 secondi, dimostrando un passo praticamente inarrivabile per tutti gli altri.

Nel gruppo dietro, a parte un contatto al via tra Gasly e Norris che porterà ad un drive-trough per il pilota Toro Rosso, non si registrano grandi sorpassi in una pista in cui evidentemente il DRS conta meno ed è comunque difficile effettuare sorpassi anche per una gestione delle gomme importante da perte dei piloti. Solo Kimi Raikkonen riesce a guadagnare progressivamente posizioni portandosi presto in zona punti.

Nel giro 10 un team radio Ferrari annuncia l’avvicendamento tra i due piloti, con Vettel che in questo momento ha un passo leggermente migliore di Leclerc. Il monegasco, non felicissimo, lascia quindi passare il compagno di squadra.
L’ordine di scuderia sembra però non portare i vantaggi sperati con Vettel che non riesce ad avvicinarsi a Bottas più di quanto avesse fatto Leclerc e nel frattempo anche Verstappen si è avvicinato alle due Ferrari.

Forti emozioni al giro 19. Verstappen tenta l’undercut sulle Ferrari ed anticipa leggermente il pit-stop. La Ferrari reagisce mandando ai box Vettel nel giro successivo e riesce a mantenere la posizione nel rientro in pista, ma Verstappen ha le gomme calde ed attacca subito Vettel riuscendo ad infilarlo all’interno della curva alla fine del lungo rettilineo andando però leggermente lungo in frenata e permettendo quindi al pilota tedesco di effettuare il controsorpasso incrociando le traiettorie in uscita curva.

Leclerc rimane nel frattempo in pista cercando di allungare il primo stint e rientra ai box solo al giro 24. La strategia al momento non sembra buona perchè il monegasco accusa dopo la sosta un ritardo di oltre 9 secondi su Verstappen che ha quindi guadagnato la quarta posizione.
La gomma più fresca consente però a Leclerc di recuperare progressivamente secondi nei confronti di Verstappen ed al giro 35 ha solo 2 secondi di ritardo. La Red Bull cambia quindi strategia e rimanda ai box Verstappen ed a questo punto la strategia cambia per tutti. La Ferrari deve reagire e manda ai box Vettel per montare gomma gialla, si difende anche Mercedes mandando ai box entrambi i piloti. 
Leclerc che in questo momento è l’unico ad aver effettuato una sola sosta si ritrova in seconda posizione ma deve difendersi subito dagli attacchi di Bottas che infatti riesce a passarlo con gomma fresca.

Dopo la seconda sosta inizia anche la battaglia per il giro veloce che vale un punto, ed a vincere per ora è Sebastian Vettel con un ottimo 1:34

Leclerc che sembrava essere nelle condizioni di effettuare una sola sosta proteggendo la posizione e gestendo il vantaggio da Verstappen (15 secondi) viene invece richiamato ai box al giro 43 ed al rientro in pista accusa un ritardo di 13 secondi da Verstappen da recuperare in soli 13 giri, operazione che infatti non riuscirà anche perchè la Red Bull tolta la gomma bianca ricomincia ad avere un buon ritmo con gomma gialla. La strategia è poco comprensibile perchè o si tentava di andare fino in fondo gestendo il vantaggio o si doveva richiamare Leclerc ai box 5 giri prima.

Il gran premio numero 1000 scorre quindi via senza particolari emozioni con Hamilton che in testa dalla prima curva controlla agevolmente chiedendo via radio solo informazioni sul compagno di scuderia che infatti completerà la terza doppietta stagionale Mercedes per un dominio che si conferma preoccupante non solo per la Ferrari ma per lo spettacolo in genere.

Bella gara di Raikkonen che porta ancora una volta l’Alfa Romeo Racing in zona punti.

Ottima gara del giovanissimo Albon che parte dalla pitlane a causa del brutto incidente di sabato e chiude in decima posizione.

Poco comprensibile la strategia adottata dalla Ferrari con Leclerc, strategia che costa al monegasco la quarta posizione ai danni di Verstappen. Nell’ultimo giro la Ferrari viene anche beffata da Gasly che ruba il giro veloce ed il punto in classifica a Sebastian Vettel. C’è molto da lavorare.
 

di Daniele Muscarella (www.formula1.it)

Rispondi