Ieri come oggi: Vincenzo Grifo si prende l’azzurro

Prima convocazione per il classe ’93 dell’Hoffenheim. Per celebrarlo, vi riproponiamo questo pezzo a lui dedicato (per la rubrica spazio giovani), risalente al dicembre 2013 (a quel tempo, nella sua prima esperienza con la maglia del club di Sinsheim, prima di andare in giro per la Germania a farsi le ossa).

Ecco cosa dicevamo di lui 5 anni fa…

Autogol al Novantesimo, 1 dicembre 2013

SpazioGiovani – L’ITALIANO DI GERMANIA: VINCENZO GRIFO

Centrocampista classe ’93, Vincenzo Grifo è uno dei 3 giovani italiani, della Bundensliga. Nato a Pforzheim il 7 Aprile del 1993, Vincenzo (come evidenzia chiaramente il nome) ha origini italiane (Naro, provincia di Agrigento). Inizia a muovere i primi passi (calcisticamente parlando), nelle giovanili del Kalsruhuer.
Svincolatosi al termine del contratto, passa nell’estate 2012 all’Hoffenheim (dove viene inizialmente inserito nella rosa della seconda squadra, la quale disputa la Regionalliga Südwest).

Le sue caratteristiche non tardano a venir fuori, infatti il 19 Ottobre 2012, Vincenzo esordisce nella massima serie tedesca, nell’incontro casalingo del suo Hoffenheim contro i Greuther Fürth (vinto per 3 a 2). Solo un paio di giorni dopo il suo esordio, rinnova il contratto di altri due anni rispetto alla precedente scadenza, legandosi alla maglia blu  della squadra del Baden-Württemberg fino al 2016.
Nella prima stagione, 12 sono le presenze in Bundesliga e 15 nella Regionalliga (dove colleziona 13 presenze e 5 reti). L’estate 2013 è, per Vincenzo, quella del definitivo passaggio in prima squadra.

Essendo un classe ’93, Vincenzo Grifo è anche nel giro delle nazionali giovanili azzurre. Il 6 Settembre scorso, infatti, esordisce con la selezione Under-20 segnando anche un gol nell’amichevole pareggiata 3 a 4 contro la Svizzera.
Soltanto un mese dopo (il 14 Ottobre), Vincenzo esordisce anche negli “Azzurrini” di Gigi Di Biagio, nella partita  valevole per le qualificazioni agli Europei 2015 contro il Belgio.

Grande qualità, buona corsa, destro naturale con un gran tiro (ottima confidenza anche il sinistro), buon dribbling e discreto fiuto del gol, sono le caratteristiche di questo ottimo elemento, il quale non sarebbe un male se venisse preso in considerazione da qualche team del nostro campionato.

di Rocco Lucio Bergantino

Rispondi