F1 – Raikkonen, bellissima vittoria; Ferrari in lotta per il titolo costruttori

Tagliare il traguardo e vincere mi ha dato una sensazione grandiosa”

Questo è Iceman, al secolo Kimi Raikkonen, che dopo 5 anni di digiuno, è tornato a vincere una gara di Formula Uno.

5 anni di distanza dalla sua ultima affermazione in Australia nel 2013, 9 anni dal suo ultimo trionfo con la Ferrari, nel giorno del decennale del suo primo titolo mondiale.

Una vittoria, di Kimi, costruita sin dalla qualifica, dove sfruttando la penalità di Sebastian Vettel, il finnico era riuscito a scattare secondo, prendendo poi la leadership della gara al via, dove ha sfruttato in modo magistrale il vantaggio di grip legato alle sue gomme Ultrasoft contro le Supersoft di Hamilton.

Di li in poi è stata gestione totale del finlandese che più o meno a metà gara è stato abilissimo a gestire il pilota della Mercedes con gomme nuove, e poi è stato magistrale ad arrivare alla fine senza farsi impensierire da Verstappen e Hamilton che arrivavano da dietro.

Con le successive domande, il Ferrarista si è leggermente sbilanciato nell’esprimere la sua gioia:

Chiaramente è molto meglio che arrivare secondo, però non mi cambia la vita, anche se siamo qui per cercare di vincere. Il nostro weekend è stato molto solido e sono felice per questo, ma anche perché il team veniva da alcuni fine settimana difficili. Sono molto contento che alla fine siamo riusciti a riprenderci. Abbiamo avuto il morale alto e siamo riusciti a portare a casa la vittoria in questo weekend”.

Vittoria che il Campione del mondo 2007 ha vissuto in normalmente e non come una liberazione, che anzi lo è forse di più per il team, che è riuscito ad avere una boccata d’ossigeno dopo tre gare estremamente difficili, nelle quali però non si è perso d’anino e con il duro lavoro è riuscito a rialzare la testa.

Proprio sulla ritrovata competitività della SF71-H, il campione del Mondo 2007 ha commentato:

Abbiamo ritrovato la Ferrari che ci aspettiamo di avere. Ovviamente questo non è il miglior risultato che speravamo di ottenere, perché speravamo che Seb chiudesse la corsa più avanti, però a volte le cose vanno così. Il campionato è ancora aperto, sia quello Piloti che quello costruttori ed è quello che ci aspettavamo. Come detto eravamo reduci da alcune gare dure ma siamo felici di essere tornati a lottare, per avere ancora delle opportunità e per ottenere ancora buoni risultati”.

Bicchiere mezzo pieno per il team di Maranello, che avrà di che festeggiare con Raikkonen a causa dello strepitoso successo, ma avrà anche da lavorare con Vettel, soprattutto per recuperare un pilota che sembra ormai smarrito e alla deriva, ma che potrebbe essere determinante per il team di Maurizio Arrivabene nella lotta al titolo costruttori, nel quale esiste ancora una piccola chance.

Per finire, Kimi, diventato il pilota Finlandese più vincente della storia, ha rivolto il suo sguardo alla prossima gara in Messico e al mondiale costruttori:

Ovviamente questo risultato ci aiuta in ottica Mondiale Costruttori, siamo ancora in lotta per tutti e due i campionati. Andiamo in Messico per fare ancora del nostro meglio e possiamo fare solo questo. Sperando di poter ottenere il risultato massimo con entrambe le monoposto e continuare a lottare sino al termine del campionato”.

di Alessio Ciancola Formula1.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...