SpazioGiovani – Vincenzo Millico

Talento classe 2000, Vincenzo Millico è uno degli elementi più promettenti del vivaio granata.

Dotato di una grande tecnica, predilige la posizione di attaccante esterno gioca preferibilmente a piede invertito, sebbene possa ricoprire anche la posizione centrale. Abile con la palla al piede, riesce a saltare l’uomo riuscendo (grazie ad una buona rapidità nello stretto) sia a servire svariati assist ai propri compagni, sia a cercare la via della rete, in virtù del suo grande tiro.

Muove i suoi primi calci a 8 anni, con la maglia della Juventus. Con il club bianconero, la sua avventura termina dopo soli 3 anni quando, a titolo gratuito, cambia versante arrivando al Torino.

Esponenziale la sua crescita con le giovanili granata, con numeri che fin da subito mostrano il grande tasso tecnico del ragazzo.
Nella stagione 2015/16, infatti, prende parte al campionato Under17 arrivando a collezionare 20 presenze e 3 goal ad appena 15 anni.

La stagione successiva è quella della sua affermazione, divenendo ben presto protagonista e punto fermo della squadra granata; 18 sono, infatti, le reti messe a segno dal ragazzo nell’annata 16/17, in 23 presenze.
In aggiunta, grazie alle sue grandi prestazioni, viene convocato in Primavera per il torneo di Viareggio, mettendo insieme 4 presenze ed 1 gol.

Buoni i suoi numeri anche nella scorsa stagione, la prima interamente trascorsa in Primavera, con 26 presenze, 9 gol e 5 assist; un bottino niente male per il classe 2000, nonostante un infortunio che l’ha tenuto fuori da febbraio fino a maggio.

Il grande tasso tecnico del ragazzo, sta venendo fuori prepotentemente anche in questo primo scampolo della stagione attuale. Sono già 7, infatti, le reti messe a segno nelle sole 4 partite disputate (con una tripletta messa a segno lo scorso 30 settembre, nel 4-1 contro la Fiorentina).

Un grande elemento sul quale la società granata punta, e che di certo farà parlare di sé.

Per concludere, dunque, non ci resta che gustarci qualcuna delle sue giocate.

di Rocco Lucio Bergantino

Rispondi