Europa League – Arsenal: Mkhitaryan “assente politico”

L’Arsenal vola in Azerbaijan, ma senza Heinrich Mkhitaryan.
No, non si tratta di un infortunio, ne di una squalifica; la sua assenza pone le basi in una  questione meramente politica.

Il fuoriclasse armeno, infatti,  non ha viaggiato verso Baku insieme alla squadra per la trasferta contro il Qarabag, (avversario nella seconda giornata di Europa League). Il motivo è da attribuire al conflitto che imperversa proprio tra l’Armenia ed Azerbaijan, per il controllo del Nagorno-Karabakh (una regione sita nel Caucaso meridionale facente geologicamente parte dell’Altopiano armeno).

Questo, dunque rappresenta un problema non da niente per il giocatore armeno, ritrovatosi nella medesima situazione già nel 2015 (all’epoca al Borussia Dortmund) quando si vide costretto a rinunciare alla gara da giocare sul campo del Qabala, altra formazione azera.

L’Arsenal potrebbe temere che davanti a 60 mila tifosi azeri Mkhitarian abbia troppa pressione addosso ed è per questo che non lo hanno portato con loro. Non è la prima volta che non viene in Azerbaijan. Fino ad ora, comunque molti sportivi armeni sono venuti qui: è scelta dell’Arsenal non averlo convocato

Queste le parole decise di Gurban Gurbanov, allenatore del Qarabag, nella conferenza pre-match, il quale ha sottolineato come non ci sia nulla che impedisca al giocatore di volare in Azerbaijan, se non il timore di essere contestato pesantemente.

L’assenza del giocatore, non è tuttavia un fulmine a ciel sereno, ma si tratta di una decisione già presa da mesi,   già comunque  fin dalle prime ore successive al sorteggio di Europa League.

Staremo a vedere se tale decisione sarà riproposta anche in caso di finale conquistata da parte dei Gunners, in quanto questa si giocherà proprio a Baku.

Rispondi