Pallavolo – Italia-Serbia 0-3: le parole degli azzurri

Simone Giannelli: “Loro hanno giocato una partita bellissima. Noi nel secondo set abbiamo provato a tornare sotto, ma la loro battuta ci metteva in difficoltà e noi non siamo riusciti ad essere lucidi in fase di cambio palla. Le nostre colpe sono che non siamo riusciti a trovare nessuna soluzione a questi problemi. Loro stanno giocando bene, ma forse noi dovevamo pensare di più a noi a fer le cose meglio, tanto non c’era modo di fermarli. Adesso aspettiamo di conoscere il risultato di domani, poi penseremo alla Polonia con cui cercheremo di fare del nostro meglio”

Osmany Juantorena: “Grandi meriti a loro. Noi eravamo un po’ nervosi all’inizio, ma dopo non siamo mai riusciti a rientrare in partita. Merito a loro che hanno giocato una grandissima pallavolo. Se giocano così vincono il Mondiale. Loro hanno giocato bene in tutti i fondamentali, non ne hanno avuto uno che non ha funzionato. Purtroppo è così siamo incappati in una brutta serata, abbiamo giocato la peggior pallavolo proprio nel momento più bello”.

Simone Anzani:” Purtroppo questo è un risultato netto ed in una Final Six è una cosa brutta perché abbiamo subito anche dei parziali netti. Ma non ci dobbiamo scoraggiare. Domani la Serbia può battere la Polonia e noi domani ci possiamo giocare il tutto per tutto contro i polacchi. Una partita che a questo punto è la più importante del torneo. I meriti della Serbia sono oggettivi hanno fatto una grande partita in difesa ed in battuta. Questa non deve essere una nostra bocciatura, ma uno stimolo”.

Massimo Colaci: “loro hanno strameritato la vittoria. La classica partita in cui una squadra ha fatto tutto bene e l’altra tutto male. Nella mia carriera ne ho vissute molte di queste gare da una parte e dall’altra, grande prova loro, grandi demeriti nostri”.

A cura di IvolleyMagazine

Rispondi