Facce da mondiale – Nel nome del padre, del figlio e dell’altro: gli Schmeichel e Danijel Subasic

Proseguono spediti gli ottavi di finale di Russia 2018. Un mondiale bellissimo dove, ogni partita è contornata da storie e fatti affascinanti e romantici, degni da essere raccontati e portati alla luce.

Non è stato di certo da mento lo scontro di ieri tra Danimarca e Croazia. Nel match tra i nordeuropei ed i balcanici, le facce da mondiale protagoniste del match, vengono direttamente dalle due porte; sono stati, infatti, i due portieri a guadagnarsi le luci della ribalta nella coda della sfida.

Ad aprire i giochi è stato il danese figlio d’arte, Kasper Schmeichel che, sotto gli occhi attenti di papà Peter, ha neutralizzato un rigore al minuto 115 (a poco dalla fine dei supplementari), nientepopodimeno che a Luka Modric.

Poi, l’epilogo ai rigori, sembrava il giusto finale di una serata che iniziava a far pensare da un finale con Schmeichel jr. protagonista.
Tutti sapevano che lui, pararigori navigato, avrebbe sicuramente lottato con i denti per portare i suoi agli ottavi, diventando un vero e proprio eroe.
Kasper non ha di certo deluso queste aspettative, parando altri 2 rigori, e facendo esultare una nazione intera. Tutto molto bello, con il classe ’86 a cercare lo sguardo di papà Peter dopo ogni parata il quale, non riusciva di certo a contenere la gioia.

Kasper e Peter, il figlio nel nome del padre…. una storia degna del miglior film, bellissima da raccontare, se non fosse che nessuno aveva considerato di dover fare i conti con “l’altro”: Danijel Subašić.

Il portiere croato, infatti, ha deciso sin da subito di non stare a guardare il suo collega che si prendeva la scena, conquistandosi, invece, il ruolo di protagonista principale. Infatti, il portiere classe ’84 ha neutralizzato ben 3 rigori, consegnando a Rakitic il pallone dei quarti. Una vera e propria impresa.

Vi prego fatemi riprendere, ho bisogno di respirare. Che emozione, sono troppo felice. Come diciamo sempre, i rigori sono una lotteria ma sono felice per aver regalato questa vittoria al mio popolo.

Una risposta a “Facce da mondiale – Nel nome del padre, del figlio e dell’altro: gli Schmeichel e Danijel Subasic

  1. Pingback: Russia 2018 – Resoconto Ottavi di finale | Autogol al Novantesimo MAGAZINE·

Rispondi