F1 – Vettel, grande vittoria, un po’ po di fortuna ma grande macchina

La scuderia Ferrari vince con Sebastian Vettel il Gran Premio d’Australia, il primo stagionale frutto di una giornata perfetta, sia dei piloti che del team, aprendo così nel migliore dei modi il Mondiale 2018.

Vittoria di squadra, come detto perché frutto non solo della guida e della bravura dei driver, ma anche e soprattutto frutto del colpo di genio del muretto box, che è stato capace di differenziare le strategie, e prendere al volo l’unica occasione favorevole della giornata.

Vittoria di fatto fortunata, giunta grazie alla Virtual Safety Car utilizzata per rimuovere le due Haas ferme in pista dopo i problemi al pit stop.

Fortunata perché senza la VSC, Vettel e Raikkonen sarebbero rimasti in seconda e terza posizione, con Lewis Hamiltonche avrebbe aperto il gap dalle Rosse e vinto agilmente la gara Australiana.

Riguardo alla sorte favorevole di oggi, Sebastian Vettel ha commentato:

Ovviamente oggi abbiamo avuto un po’ di fortuna, perché Lewis ieri aveva fatto un giro grandioso ed ha meritato la pole position. Ha fatto anche un’ottima gara, controllando molto bene all’inizio. Noi abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma ce la prendiamo volentieri.

Sorte che ha aiutato, ma anche Sen ci ha messo del suo, riuscendo a contenere Hamilton che per metà gara ha tentato di riappropriarsi della leadership della gara, spingendo al massimo e talvolta commettendo degli errori.

Il vincitore del primo appuntamento dell’anno ha poi svolto un’analisi più generale della corsa:

E’ andata piuttosto bene, abbiamo avuto un po’ di fortuna con la safety car, ma mi sono davvero divertito. Speravo di fare una buona partenza, ma non ha funzionato, quindi all’inizio mi sono dovuto accontentare del terzo posto. Poi ho perso un pochino contatto con Lewis e Kimi, perché nel primo stint ho fatto un po’ fatica con le gomme e devo dire che mi sono sentito meglio con le soft nel secondo

Primo stint nel quale Seb era in terza posizione, staccato di circa 6 secondi dal leader Hamilton e di 3 secondi dal team mate Kimi Raikkonen.

Poi però è arrivata la svolta, con la VSC e la super strategia Ferrari, che ha fatto allungare a Sebastian il primo stint, per poi pittare sotto la Virtual, perdendo la metà del tempo che si perderebbe con un pit in situazione di gara regolare, e facendo uscire il Tedesco al comando della gara.

Tedesco che ha proseguito:

Nel primo stint pregavo per la safety car, poi ho visto la Haas ferma e a quel punto ero pieno di adrenalina: la gara è stata neutralizzata ed ho cercato di rientrare il più veloce possibile. Anche se eravamo molto vicini con Lewis, siamo riusciti a tornargli in pista davanti. Lui ha tenuto la pressione alta all’inizio dello stint, poi però sono riuscito a godermi la guida negli ultimi giri, quando ha rallentato e si è un po’ staccato.

Safety Car separata, pregata e poi arrivata che è stata il 50% del successo oderno, mentre l’altro 50% è stato merito di Vettel che nella seconda metà di Gran Premio ha dovuto titare al massimo per tentare di non far avvicinare Lewis Hamilton che arrembante ha tentato in ogni modo di arrivare in zona sorpasso, per poi arrendersi nel finale di gara, per salvare gomme e Power Unit.

Sebastian Vettel, ha  concluso esprimendo la sua gioia per la vittoria all”Albert Park:

Portiamo un’altra vittoria a Maranello, ma ne vogliamo molte di più. La macchina ci ha dato buone sensazioni e questa vittorie ci porta una bella motivazione e tanto vento in poppa per le prossime settimane.

Successo importantissimo per tutto il team, che sull”onda dell’ entusiasmo per il trionfo dovrà lavorare sodo per arrivare alla prossima tappa del Mondiale in Bahrain con una maggiore comprensione della monoposto, per renderla più performante sia a livello di set-up, e sia grazie agli upgrade che arriveranno nei prossimi appuntamenti.

Intanto la Rossa si gode la vittoria numero 230 nella sua storia, la prima della stagione, la 48° in carriera per Vettel, che ha celebrato il suo 200° Gran Premio centrando il podio numero 100 in carriera e che porta se stesso e la Ferrari in cima alla classifica Piloti e costruttori.

di Alessio Ciancola formula1.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...