F1 – Memorie d’Australia

Facciamo un salto indietro nel tempo, per rivivere le più belle edizioni del GP d’Australia a Melbourne, per conoscere il passato di una tappa del Mondiale di F1, e per avvicinarci nel migliore dei modi al Gran Premio d’Australia 2018.

Albert Park, Melbourne, sede del GP d’Australia dal 1996, che subentra come location ad Adelaide, che fino al 1995 ospitava la gara nella terra dei canguri, e andava a fare da chiusura al Mondiale di F1.

1996, si cambia come detto location, ma anche collocazione, infatti l’Australia non fa più da fanalino di coda, ma da biglietto da visita al Mondiale, e dal ’96 ad oggi (salvo rare eccezioni) è semrpe stata gara inaugurale.

Partiamo dalla prima edizione all’Albert Park, proseguendo spediti fino alle edizioni più recenti, facendo un “best of” delle gare nella metropoli Australiana.

1996: Prima gara sul tracciato semi-permanente all’interno di uno dei tanti parchi naturali della città di Melbourne, che vede il debutto di Michael Schumacher con la Ferrari, il debutto del figlio di Gilles Villeneuve, Jacques in F1 con la Williams, che sarà autore delle pole position, la prima della carriera nel Circus. Gara sfortunata invece per Schumacher che è costretto al ritiro, ma fortunata per il team mate Eddie Irvine che, al debutto in Ferrari, coglie subito il podio.

Risultato finale: Hill, Villeneuve, Irvine 

1999: Ultimo GP Australiano del millennio, che vede il dominio in qualifica delle McLaren di Hakkinen e Coulthard, che però nello svolgimento della gara sono costrette ambedue al ritiro, e ne approfitta Eddie Irvine, che coglie il primo successo della carriera, nella stagione dove si giocherà il Titolo fino alla fine, per poi cedere alla supremazia del team di Woking.

Risultato: Irvine, Frentzen, Ralf Schumacher 

2007: Anno di grandi cambiamenti al vertice, con il primo GP senza Michael Schumacher, sostituto da Kimi Raikkonen in Ferrari, debutto assoluto di Lewis Hamilton in F1, e debutto di Fernando Alonso in McLaren, chiamato a rimpiazzare Kimi Raikkonen. Pole per Raikkonen, che in gara scappa via e gestisce facilmente leadership, vincendo alla prima uscita in Rosso. Grande gara per Lewis Hamilton, che va a podio alla prima gara in F1, preceduto da Alonso. Gara, che sarà il primo capitolo di una stagione bellissima, tirata fino alla fine, con lo scandalo della Spy-story che farà da sfondo per tutta l’annata.

Risultato: Raikkonen, Alonso, Hamilton 

2009: Anno rivoluzionario per il Circus, che per la prima volta utilizza la tecnologia ibrida, con il Kers, e che debutta con delle nuove regole aereodinamiche, com vetture con meno appendici aerodinamiche. Anno pieno di polemiche, con la vittoria finale di Jenson Button con la BrawmGP, vettura del team di Ross Brawn, nato dallw cemeri della Honda, con poco budget e niente Kers, che dominerà la stagione e il GP Australiano, sfruttando un buco nel regolamento ed utilizzando il famoso “doppio diffusore”. Annata che porterà la Red Bull nei piani alti della classifica e grande crisi a Ferrari e McLaren.

Risultato: Button, Barrichello, Trulli

2014: In F1 è ancora una volta rivoluzione, con l’avvento delle Power Unit, motori V6 turbo con ben due motori elettrici. Sarà l’inizio dell’epopea Mercedes, che da allora dominerà la stagione e i Campionati successivi. Gara che rimescola i valori in campo, con Mercedes best in class, Williams outsider della stagione e Ferrari in crisi nera, con Raikkonen che torna a Maranello, dopo un periodo di pausa.

Risultato: Rosberg, Magnussen, Button

2017: Edizione dello scorso anno, con Mercedes super favorita, ma Ferrari molto vicina e pronta alla zampata, e così sarà, con Vettel che mettendo pressione a Lewis Hamilton costringe il muretto della stella all’errore, che con una strategia sbagliata consegnerà il trionfo a Vettel e alla Ferrari. Gara del debutto di Valtteri Bottas in Mercedes dopo il ritiro di Nico Rosberg.

Risultato: Vettel, Hamilton, Bottas 

Ora, lasciamo da parte il passato, chiudiamo il libro dei ricordi, e prepariamoci a vivere un nuovo capitolo della storia della F1, sperando che la pagina bianca che ora abbiamo davanti venga riempita nel migliore dei modi per far si che verrà ricordata in futuro.

di Alessio Ciancola (www.formula1.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...