Crotone-Benevento : Il nuovo sud del calcio italiano

Oltre 400, sono i chilometri che dividono le città di Crotone e Benevento; una distanza spaziale considerevole che in questo periodo, tuttavia, non si riflette anche in ambito sportivo. Le squadre delle due città, infatti, stanno vivendo un periodo di grande similarità dove, entrambe, si trovano all’apice della propria storia sportiva.

I calabresi vengono dall’impresa firmata Davide Nicola, con una salvezza che ha il sapore del miracolo, mentre i campani sono stati protagonisti, in due stagioni, del doppio salto dalla Lega Pro (con la prima storica promozione nella massima serie).

Quello “giallorossoblu”, rappresenta il nuovo corso del sud nella nostra Serie A, nuovi protagonisti che hanno progressivamente sostituito quelli che, fino a qualche stagione fa, erano inquilini abituali.

Oltre al Palermo appena retrocesso (il quale vanta 29 partecipazioni ai campionati di Serie A), infatti, altre sono le squadre che da tempo mancano dal calcio “dei grandi”.
Stiamo parlando innanzitutto delle due pugliesi, il Bari (30 partecipazioni) ed il Lecce (15 partecipazioni), quest’ultimo bloccato da anni nel limbo della Lega Pro, arrivando ogni annata ad accarezzare il traguardo della promozione, per poi crollare nelle battute finali; altre “vecchie” protagoniste sono il Catania (17 partecipazioni totali) dei vari Mascara-Maxi Lopez-Martinez, la Reggina (9 partecipazioni), fino ad arrivare ai primi anni 2000, con il Messina di Zampagna & co. (5 partecipazioni).

In questo quadro, gli squali (il Crotone) e le streghe (il Benevento) rappresentano un necessario ricambio, un flusso di energia vitale nuova per il sud calcistico, il quale sta campando da anni sulle spalle (neanche troppo solide) dell’altalenante Palermo del (ormai ex) presidente Zamparini.

Immagine tratta da http://www.ilvelino.it

Dato per spacciato a metà campionato, il Crotone è riuscito nell’impresa di raggiungere una salvezza miracolosa. Va riconosciuto il merito della società di aver dato piena fiducia al mister Nicola, anche nei momenti più bui della stagione; la decisione controcorrente del mercato di gennaio, inoltre, di dar via il giocatore più esperto della rosa (Palladino), andando a preferire il gruppo sui singoli, alla lunga ha dato i suoi frutti, portando in primo piano giocatori come Cordaz e Falcinelli (e Nalini nelle ultime giornate) i quali (con le sue parate decisive il primo, e con i 13 gol messi a segno il secondo) hanno condotto i propri compagni verso un traguardo storico.
Unico neo della stagione, l’eccessivo tempo impiegato per scrollarsi di dosso “l’imbarazzo della matricola” arrivando a prendere confidenza con la massima serie abbastanza tardi (per fortuna non “troppo tardi”, grazie anche ad un Empoli con una spiccata tendenza suicida, il quale ha pienamente meritato la retrocessione dopo una seconda parte di campionato ridicola).

Il Benevento, invece, ha vissuto una stagione caratterizzata da una cavalcata epica verso un tanto prestigioso quanto insperato risultato: la promozione.

Partita con l’obbiettivo di una salvezza tranquilla, la squadra di mister Baroni si è trovata a dover fare i conti con una dimensione che l’ha proiettata ben presto verso le zone alte della graduatoria. Il grande salto nella massima serie, oltre che pienamente meritato, è stato anche sudato dai campani, con una stagione all’insegna dell’altalena delle emozioni dove, fino all’ultima giornata, anche i playoff non erano più certi (solo Perugia e Benevento, infatti, sono riusciti a chiudere la stagione regolare al di sotto dei 10 punti di distacco dal Frosinone).
Molti i giocatori messi in mostra da mister Baroni, su tutti il classe ’93 Amato Ciciretti, bomber Ceravolo (trascinatore con i suoi 20 gol), George Pușcaș (talento rumeno classe ’96 in prestito dall’Inter) e il solido Nicolas Viola, una diga in mezzo al campo.

Crotone e Benevento, dunque, si avviano ad iniziare una importante finestra di mercato, dove i dirigenti in questione dovranno cercare di rinforzare i propri organici, senza snaturare la determinazione di feroci combattenti di queste due coraggiose compagini, le due del “nuovo sud del calcio italiano”.

di Rocco Lucio Bergantino

Annunci

Una risposta a “Crotone-Benevento : Il nuovo sud del calcio italiano

  1. Pingback: AG90 Christmas edition – Calcio Italiano Day | Autogol al Novantesimo MAGAZINE·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...