Serie A, la guida al calciomercato di questa estate

Una lunga lista riguardo a consigli su acquisti e cessioni dei top club di Serie A

  • JUVENTUS: LOGO JUVE

Dopo la straordinaria stagione conclusasi con la vittoria del terzo “Double” di fila, ma con la Finale di Champions League persa piuttosto pesantemente, la Juventus ha bisogno di un restiling, come ammesso dallo stesso d.g. Marotta che dopo Cardiff ha parlato di “cambiamenti, anche radicali”.

Dove cambiare però? Le zone di campo che più verranno ritoccate saranno le fasce. A destra sembra essere in dirittura d’arrivo il rapporto con Dani Alves (che ha fatto praticamente tutto da solo) e Lichtsteiner, il quale difficilmente sarà disposto ad un altro anno in seconda linea.

Davanti, l’acquisto di Schick è stato di vitale importanza, per la sua duttilità tattica e per il suo stile di gioco che ha colpito tutti la scorsa stagione (già in doppia cifra alla prima annata con la Samp).

ACQUISTI – La Juventus ha già speso molto: 30,5 milioni per Schick e i riscatti di Cuadrado e Benatia (rispettivamente 20 e 17 milioni). Quello di cui ha bisogno “Madama” è senza dubbio un “dribblomane” e Douglas Costa fa decisamente al caso suo. L’ala brasiliana può giocare sia a destra che a sinistra e fa parte in pianta stabile della nazionale brasiliana. Sa saltare molto bene l’uomo e il suo ex allenatore Lucescu lo ha elevato a top player. Voluto fortemente da Guardiola ai tempi del Bayern, servono all’incirca 40 milioni per strapparlo ai tedeschi e in queste settimane si sono creati tutti i presupposti affinché ciò accada.

“Più qualità e meno quantità” questo deve essere il motto dei bianconeri per questa sessione di calciomercato. A Torino hanno bisogno anche di un vice – Dybala, per non costringere Allegri a cambiare modulo. Per questa ragione meglio non prendere Nzonzi, piuttosto puntare su un Rakitic, che possa dare geometrie a centrocampo. Serve inoltre un terzino sinistro che possa far rifiatare Alex Sandro.

Come già scritto in precedenza, a destra la situazione è decisamente più grave, con i partenti Lichtsteiner e Dani Alves. Darmian (panchinaro allo United) e De Sciglio (oppure il rientrante Lirola dal Sassuolo) sono due ottime piste, sia economicamente che tecnicamente, con uno dei due a fare da riserva al primo.

Darmian garantirebbe sicurezza, in quanto giocando in Nazionale conosce tutto il reparto difensivo e sa giocare sia da terzino in una difesa a quattro, sia da esterno in un 3-4-3 o in un 3-5-2 come dimostrato agli scorsi europei. Sa reggere la pressione di una big in quanto gioca già ora da due stagioni allo United e ha già vinto anche in Europa, oltre che in Inghilterra. E’ un classe ’89 e ha ancora 5-6 anni da giocare ad alti livelli. Il prezzo del cartellino si aggira sui 12-15 milioni, non certo una cifra esorbitante.

CESSIONI – Necessario vendere per creare un bel gruzzolo da reinvestire. Già ceduti in maniera definitiva Zaza (Valencia) e Coman (Bayern) sono arrivati 37 milioni, gli stessi spesi per Benatia e Cuadrado. I primi nomi nella lista delle cessioni sono Lichsteiner, Asamoah, Sturaro, Lemina e Rincon.

il magico trio

Tolto lo svizzero, gli altri hanno un prezzo di mercato che messi assieme arriva intorno ai 50 milioni. Soldi che verrebbero investiti per un grande nome per la mediana (senza sottovalutare l’arrivo di Bentancur dal Boca Juniors per 10 milioni di euro) e per un portiere che possa fare il futuro numero 1 alla Juventus dopo l’addio a fine stagione di Buffon (Donnarumma meglio di Sczezny).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...