Carrera vince il titolo in Russia con lo Spartak: ennesimo “figlio” di Lippi vincente nel mondo

Massimo Carrera si è aggiudicato con tre giornate d’anticipo il titolo in Russia al suo primo anno alla guida dello Spartak. Altro ex-giocatore della Juve di Lippi a vincere un trofeo in Europa.

Con un gol su rigore dell’ex PSV Promes lo Spartak Mosca si è aggiudicato il titolo di Campione di Russia con tre giornate d’anticipo. Un altro 1-0 in casa per la squadra di Carrera, che ha portato idee e teorie tattiche molto simili a quelle di Antonio Conte, suo allenatore in prima ai tempi della Juventus e della Nazionale, con la quale lo stesso Carrera ha lavorato fino all’Europeo dell’estate scorsa.

carrera conte

Carrera in allenamento con Antonio Conte durante la preparazione per l’Europeo francese

A differenza di Angelo Alessio, che ha seguito Conte nell’avventura in Premier League, l’ex difensore ha scelto una propria strada, in autonomia, all’apparenza anche in salita, che prevedeva più rischi e pericoli che privilegi. Dalla lingua fino alla differenza qualitativa della rosa rispetto alle altre “big” del campionato, nessuno avrebbe potuto prevedere la vittoria già al primo anno del tecnico italiano.

Carrera ha portato in Russia una ventata innovativa di tattica, costruendo la spina dorsale della sua squadra su una difesa solida e su un centrocampo altrettanto forte fisicamente, molto similare alla Juve di “contiana” memoria: 4-4-2 e non 3-5-2 ma

movimenti non molto differenti e automatismi difensivi ben collaudati, che hanno confermato la regola che i campionati vengono vinti da chi ha la miglior difesa.

La sua esperienza da allenatore della Juventus

Va sottolineata (e non potrebbe essere altrimenti) la sua parentesi alla guida della Juventus, nella stagione 2012-2013. La dirigenza bianconera lo ha infatti scelto, in accordo con Antonio Conte, per sopperire alla squalifica dell’allenatore leccese per via del suo famoso patteggiamento durante il processo “Calcioscommesse”.

carrera juventus

Carrera alla guida della Juventus nei primi mesi della stagione 2012-2013

A guidare la squadra Campione d’Italia, fino a dicembre è stato proprio Carrera, che insieme ad Angelo Alessio è stato il “braccio” di quella panchina, con la “mente” di Conte a dirigere tutto dall’alto.

Carrera: altro “figlio” di Lippi in giro per l’Europa

Della prima Juventus di Marcello Lippi si ricorda non solo la forza muscolare e tecnica, ma anche la capacità di innovare il calcio italiano, che pochi anni prima aveva accolto le importanti novità apportate dai dogmi di Arrigo Sacchi.

juve 94-95

Carrera (primo a sinistra) nella foto di squadra della Juventus per la stagione 94-95

Carrera, che ha fatto parte di quella Juventus, ha imparato sia la cultura della vittoria, ma anche molto proprio a livello tattico. Lui, così come i vari Zidane, Deshamps, Paulo Sousa, Vialli, Filippo Inzaghi, lo stesso Conte, sono “figli” di quel maestro che è stato Lippi, condottiero della Nazionale italiana Campione del Mondo nel 2006.

L’importanza della vittoria e la voglia di vincere non sono cose che si possono apprendere se non le si è vissute da calciatore e la vittoria del campionato russo di Carrera ne è l’ulteriore controprova.

di Vitali Valerio

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...