Asa is back: l’importanza del ritorno del ghanese nella Juventus

Asamoah è tornato: il ghanese è tornato ai livelli della stagione 2013-2014 e vuole essere di nuovo una pedina fondamentale per la sua Juventus

L’inferno degli infortuni

Dopo una serie di lunghi e ripetuti infortuni che lo hanno tenuto lontano dai campi di gioco per più di due anni, si può dire oggi con certezza che l’esterno africano è tornato di nuovo ai ritmi a cui abbiamo assistito fino a tre stagioni fa.

asa infortuni

La lunga serie di infortuni di Asamoah in questi ultimi tre anni

 

La stagione migliore della sua Juventus ha coinciso purtroppo con la sua annata peggiore, dove non è mai sceso in campo nemmeno per un minuto. I ripetuti problemi col ginocchio sinistro non gli hanno permesso di allenarsi mai con regolarità e di conseguenza il suo minutaggio in campo ne ha risentito eccome.

Nell’ultima preparazione fisica però è stato rimesso in sesto in maniera ottimale dallo staff medico e partendo da una condizione di base buona, il ghanese è potuto tornare a macinare chilometri sulla fascia sinistra come era solito fare quando Conte lo ha reinventato esterno nel suo ben consolidato 3-5-2.

L’andamento altalenante

Naturalmente, tornare dopo due anni di inattività non è facile per nessuno, vedasi ad esempio quanto accaduto a Strootman della Roma.

Asa ha inizialmente pagato alcune prestazioni non certamente di livello (la gara di Milano contro l’Inter ne è forse l’esempio migliore) alternando un debutto ottimo contro la Fiorentina (nel ruolo di mezz’ala a lui più congeniale) in cui sembrava potesse addirittura conquistarsi un posto da titolare a prestazioni da 5 in pagella.

asa inter juve

Asa peggiore in campo nella sconfitta della Juventus contro l’Inter

 

Il ritorno

Con un impiego che è andato sempre più ad aumentare e una fiducia, quella di mister Allegri che mai è venuta meno, il ghanese ha ritrovato la “gamba” e la velocità di gioco che lo hanno sempre contraddistinto, sin dai tempi di Udine.

Da parte sua c’è sempre stata la voglia di tornare ad essere un calciatore importante, rifiutando anche la partecipazione alla Coppa d’Africa con la sua nazionale, rimanendo a Vinovo per lavorare con i suoi compagni, tirando dritto verso il suo obiettivo.

Negli ultimi mesi stiamo assistendo davvero ad un ritorno importante, tant’è che la società durante lo scorso calciomercato invernale non ha voluto nemmeno rimpiazzare il partente Evra, valutando Asa un importante tassello nella rosa, in grado di rimpiazzare al meglio Alex Sandro in caso di turnover, come visto ad esempio nelle ultime due gare dove è stato impiegato, contro il Milan e contro la Samp ieri, dove ha impreziosito la sua gara con l’assist decisivo per Cuadrado.

Se continuerà a giocare su questi livelli, siamo certi che per il rush finale tortuoso della Juventus, un giocatore di questo calibro può solo che risultare utile ai fini del campionato.

di Vitali Valerio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...