Serie A – Barreca Zappacosta, il futuro del Torino corre sulle fasce

zappacosta-barreca

Immagini tratte da http://www.toronews.net

Il Torino firmato Siniša Mihajlović, è sicuramente una delle compagini più affascinanti e dal grande potenziale tecnico. L’allenatore serbo, infatti, può contare su una rosa ricchi di giovani talenti, di sicuro avvenire. Due di questi, Antonio Barreca e Davide Zappacosta, stanno sempre più conquistando i tifosi granata a suon di sgroppate sulla fascia (sinistra il primo, destra il secondo), diagonali difensive, cross per i compagni.

Conosciamoli meglio.

ANTONIO BARRECA

Immagine tratta da www.dailynews24.it

Immagine tratta da http://www.dailynews24.it

Antonio Barreca, terzino sinistro classe ‘95 in forza al Torino, è una delle più piacevoli sorprese di questa stagione. Il ragazzo, infatti, alla corte di Siniša Mihajlović sta mettendo in mostra ottime prestazioni e dei margini di crescita notevoli.

Principalmente utilizzato nel ruolo di terzino sinistro (posizione in campo che predilige) è spesso schierato anche qualche metro più avanti, come esterno di centrocampo, possedendo, oltre una buona visione di gioco, ottime capacità propositive, e grande facilità di corsa (la quale lo portano spesso sul fondo a servire precisi cross per i compagni).

Kaka il suo idolo, anche se ha dichiarato di ispirarsi al madridista Marcelo, per il suo stile di gioco e la sua propensione offensiva.

Nato a Torino e, dunque, cresciuto nel vivaio granata, Barreca svolge tutta la trafila delle selezioni giovanili dei piemontesi, arrivando alla Primavera (con la quale, sotto la guida di mister Longo, nella stagione 13/14 sfiora la vittoria del tricolore, giungendo sino in finale e perdendo soltanto ai rigori contro il Chievo dei talenti Moschin, Aldrovandi, da Silva e mister Nicolato).

Nella sua prima stagione da professionista (14/15), viene mandato a farsi le ossa nella serie cadetta, a Cittadella. Fa il suo debutto con la società veneta nell’incontro perso 4–1 con il Sassuolo, match valevole per il terzo turno di Coppa Italia. La sua prima rete nei professionisti, invece, risale al 15 novembre 2014, nella sconfitta esterna per 5–2 contro il Carpi.
Conclude la sua prima stagione da professionista con un bottino di 39 presenze ed 1 rete.

La stagione seguente (15/16), il terzino continua il suo percorso di crescita lontano da Torino; nel giugno 2015, infatti, viene ceduto in prestito con diritto (e controdiritto) di riscatto al Cagliari (nel frattempo retrocesso in Serie B). Alla corte di mister Rastelli, disputa un’ottima stagione mettendo insieme 15 presenze e raggiungendo, con ai suoi compagni, la promozione in Serie A.

Le ottime prestazioni messe in mostra dal ragazzo nel corso della sua maturazione lontano dal capoluogo piemontese, hanno convinto la società granata e mister Siniša a riportare il classe ’95 alla base; nel giugno della scorsa estate, infatti, il Torino esercita il controriscatto.

Il 18 settembre 2016, a 21 anni, esordisce in Serie A entrando al posto di Molinaro nel primo tempo della partita Torino-Empoli (0-0). Proprio lo sfortunato infortunio di Molinaro ha portato Barreca ad occupare la casella di terzino sinistro nell’11 titolare granata, con continuità nel corso di tutta la stagione. Il ragazzo ha quasi sempre risposto bene mettendo in mostra ottime prestazioni e lasciando presagire un ottimo futuro davanti a sé.

 

DAVIDE ZAPPACOSTA

Immagine tratta da www.talksport.com

Immagine tratta da http://www.talksport.com

Spostandoci di una sessantina di metri, dall’altra parte del campo, sulla fascia opposta, troviamo Davide Zappacosta, terzino di altrettanto talento alla corte di Mihajlović.

Il terzino classe ’92, calca i campi del calcio professionistico “ormai” da un po’ di stagioni.

Cresciuto nel vivaio del Sora, infatti, ha iniziato la sua carriera nel calcio dei “grandi” a 17 anni con l’Isola Liri nella stagione 09/10 (società all’epoca militante nella Seconda Divisione di Lega Pro), ottenendo un totale di 14 presenze e un gol in campionato.

In virtù sia della sua precocità nel sbarcare nel calcio dei “grandi”, sia (e soprattutto) delle ottime prestazioni messe in mostra, nel gennaio 2011 viene acquistato dall’Atalanta con la formazione Primavera della quale, disputa 6 mesi.

Nell’estate 2011, a 19 anni, viene ceduto in comproprietà all’Avellino. Con la società irpina, il classe ’92 disputa 3 stagioni, 2 nella Prima Divisione di Lega Pro (11/12, 12/13) ed una in Serie B (13/14) dopo la vittoria del campionato nella Prima Divisione. Non tarda a mettere in mostra il suo talento anche nella serie cadetta, infatti mette a segno la sua prima rete proprio nel match di esordio in Serie B, nella vittoria per 2-1 contro il Novara. Il suo bilancio con l’Avellino, parla di un totale di 91 presenze e 3 reti segnate nelle tre stagioni con la maglia verde dei lupi.

L’Atalanta lo riporta alla base nell’estate 2014, sicura di ritrovare un giocatore ancora più solido e maturo (tuttavia rinnovando la compartecipazione con l’Avellino per un’altra stagione).
Con la Dea, fa il suo esordio in gare ufficiali con la squadra bergamasca il 23 agosto 2014 in Atalanta-Pisa (2-0), partita valida per il terzo turno preliminare di Coppa Italia. Il successivo 31 agosto, a 22 anni, fa il suo esordio in Serie A, partita Atalanta-Verona (0-0). Risale, invece, al 6 gennaio 2015 la sua prima rete in Serie A, marcata nel match esterno di Marassi contro il Genoa (2-2); si ripete la settimana successiva contro il Chievo a Bergamo.

Chiude la stagione con 3 reti in 29 presenze in Serie A ed una presenza in Coppa Italia.

Nell’estate 2015, viene acquisito a titolo definitivo proprio dal Torino, arrivando in una maxi-operazione che ha portato all’ombra della Mole anche Daniele Baselli.
Da quando è a Torino, il ragazzo ha dimostrato di poter dare tanto alla causa dei granata mostrando, tuttavia, ulteriori ed importanti margini di crescita. Sono 19 le presenze in questa stagione, le quali si uniscono alle 25 della scorsa stagione (non vissuta da titolare in virtù della presenza in rosa dell’attuale terzino della Roma, Bruno Peres).

di Rocco Lucio Bergantino

logo-autogol-con-magazine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...