Bloody Sunday – Il punto dopo la 22^ giornata di Serie A

roberto-gagliardini-inter-pescara-serie-a_4wup7czwfstv1rroe49wunreq.jpg

ilmattino.it

Quella che si è appena conclusa è stata una giornata piena di colpi di scena. Colpi di scena che se in alcuni casi sembrano aver indirizzato le sorti di alcune squadre, in altri hanno prepotentemente riaperto certi discorsi.

E’ questa la situazione del Pescara, ancora a secco di vittorie sul campo, che a un passo dal vantaggio a San Siro (gol annullato giustamente a Verre) subisce gol sul successivo ribaltamento di gioco. Il finale (3-0) è severo ma giusto: la squadra di Oddo, nonostante i buoni propositi di inizio anno e l’entusiasmo derivante dalla promozione, è ormai in mezzo a una strada. Le prestazioni non sono poi così male, ma la fase difensiva si sta dimostrando nettamente inadeguata alla categoria e i rinforzi di gennaio (Stendardo, Muntari) non sembrano poter migliorare più di tanto le cose.

Se solo sabato la lotta salvezza sembrava essere già chiusa, un lumicino di speranza si è invece riacceso in casa Crotone e Palermo. I calabresi hanno dominato il vitale scontro diretto con l’Empoli, imponendosi grazie alla prima tripletta in carriera di Falcinelli. La salvezza dista ora 8 punti, con una partita da recuperare (anche se contro la Juve). Difficile ma non impossibile. Dall’altra parte l’Empoli non può che uscirne con le ossa rotte: è venuta a mancare la solidità difensiva, vero punto di forza della squadra di Martusciello (prima di ieri erano soltanto 26 i gol subiti, uno più della Fiorentina) e la cessione del pur deludente Saponara non lascia ben sperare per il futuro.

475414620

La delusione di Callejòn.

I rosanero del nuovo tecnico (ma dai, che strano…) Lopez hanno invece raccolto un punto insperato al San Paolo contro un Napoli poco concreto dalle parti di Posavec. E pensare che i punti potevano essere addirittura 3 se il portiere croato non avesse goffamente preso gol da un tiro innocuo di Mertens. La situazione del Palermo resta comunque drammatica, tra cambi di allenatori, staff e giocatori.

In testa alla classifica si registrano due stop sanguinosi per Napoli (1-1 col Palermo, appunto) e soprattutto Roma, che andata in vantaggio dopo pochi minuti sul campo della Samp si fa rimontare due volte per il 3-2 definitivo. A conferma dell’imprevedibilità di questo gioco, la Samp non segnava dal 2016 mentre la Roma veniva da 3 clean sheets consecutivi. Un passo falso che minaccia di ridimensionare gli obiettivi della stagione giallorossa, anche a fronte di un secondo posto sempre più a rischio. Nel frattempo una Juventus a marce ridotte passeggiava sull’irriconoscibile Sassuolo di questa stagione, allungando potenzialmente a +7 sulle inseguitrici, mettendo un altro mattoncino sul sesto titolo in 6 anni. Come si suol dire, tra i due litiganti…

C3WKoYsWYAcBSjr.jpg

Gonzalo Higuaìn esulta dopo il suo gol contro il Sassuolo

Viaggia sempre più spedita infatti l‘Inter di Pioli, giunta alla settima vittoria di fila and counting. Nel giro di una settimana i nerazzurri hanno sorpassato Milan e Lazio, protagoniste in negativo di due sconfitte che sanno di beffa (anche per i risvolti in tema di infortuni). Se la compagine di Montella ha disputato una buona partita a Udine, regalando ingenuamente due gol (un erroraccio di Locatelli e una rete subita in 10 contro 11 causa infortunio di De Sciglio, proprio dal suo lato), la prestazione della Lazio (0-1 vs Chievo) ha riportato sulla terra i biancocelesti, che senza Immobile e Keita hanno dimostrato di non sapere a chi affidarsi. Milan e Lazio con ogni probabilità lotteranno fino alla fine insieme ad Atalanta e Fiorentina per un piazzamento in Europa League.

Una 22esima giornata che ha dunque rimescolato le carte del campionato, ma che potrebbe aver levato dal mazzo la più importante. Quella bianconera, tanto per cambiare.

di Luigi Favero

cropped-logo-autogol-con-magazine.png

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...