Diretta Mundial – GRUPPO F: ARGENTINA A TUTTO MESSI; NIGERIA MASSIMO RISULTATO COL MINIMO SFORZO

Immagine tratta da www.gqitalia.it

Immagine tratta da www.gqitalia.it

RISULTATI TERZA GIORNATA

Nigeria-Argentina 2-3
Bosnia-Iran 3-1

CLASSIFICA GRUPPO F

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.  Argentina 9 3 3 0 0 6 3 +3
2.  Nigeria 4 3 1 1 1 3 3 0
3.  Bosnia ed Erzegovina 3 3 1 0 2 4 4 0
4.  Iran 1 3 0 1 2 1 4 -3

Tutto secondo i piani per la nazionale Albiceleste, la quale vola agli ottavi a punteggio pieno (come solo Colombia ed Olanda sono riuscite a fare, fino a questo momento). Tuttavia, nonostante il bottino pieno nella casella punti fatti, gli uomini di Sabella hanno incontrato non poche difficoltà.
Dopo aver sofferto all’esordio contro un’ottima Bosnia, gli argentini sono riusciti a cogliere i 3 punti contro il modesto Iran, solo grazie ad una prodezza di Messi. Quest’ultimo, da sempre tacciato d’essere poco decisivo in nazionale, si sta impegnando per smentire tutti; sono 4, infatti, le reti messe a segno dalla Pulce in queste prime tre partite, tutte decisive per i successi della sua squadra.
“Il massimo risultato col minimo sforzo”; questa sembra essere la massima giusta per descrivere il precorso della nazionale nigeriana, fino a questo punto. Pur avendo messo in mostra una buona prestazione nell’ultimo incontro (tuttavia perso) con l’Argentina, nelle prime due partite i nigeriani sono apparsi tutt’altro che brillanti. Lo sterile 0-0 dell’esordio contro la “barricata Iran”, e la vittoria di misura (neanche troppo meritata) contro la Bosnia di Dzeko e Pjanic, non sono state prove degne del risultato raggiunto (la qualificazione agli Ottavi). Da questo momento in poi, i campioni d’Africa in carica, dovranno far molto di più per aspirare a qualcosa di importante.
Grande delusa del girone, senza dubbio, la Bosnia. Arrivata alla rassegna iridata con importanti propositi, gli uomini di Safet Sušić devono mestamente salutare il mondiale brasiliano. Decisiva per l’eliminazione, la sconfitta nel secondo impegno in programma, contro la Nigeria (seppur arrivata in modo immeritato, e dopo l’annullamento di una rete regolare a Dzeko).
L’Iran, va via dal Brasile, con un bagaglio pieno di soddisfazioni. Oltre ad essere riuscita a cogliere un punto importante contro la ben più quotata selezione nigeriana, gli asiatici sono riusciti a mettere in seria difficoltà la nazionale argentina (salvata, come detto, solo nel recupero da un gioiello di Messi). Un’ottima esperienza per i ragazzi di Carlos Queiroz, i quali sono riusciti a non sfigurare al cospetto di formazioni ben più competitive.

di Rocco Lucio Bergantino

Rispondi