Facce da mondiale – JOEL CAMPBELL

Joel-Campbell-CR

Nato a San Josè, il 26 giugno del 1992, Joel muove i primi passi nel Deportivo Saprissa, la principale squadra costaricense, nella quale debutterà a soli 17 anni nel 2009.
La sua grande occasione per farsi conoscere a livello internazionale è la vetrina della Copa America 2011, in cui fa vedere ottime giocate e realizza anche la sua prima rete in Nazionale (con cui ad oggi vanta 9 gol in 33 presenze).

Su di lui piomba Wenger, che lo porta a Londra, pagandolo £2,5 mln.
Campbell viene subito mandato a farsi le ossa in prestito al Lorient, poi al Betis, e per ultimo all’ Olympiacos, con cui realizza 8 gol (di cui uno strepitoso negli ottavi di Champions) in 32 presenze stagionali.
Il giocatore sembra avere conquistato la fiducia di Wenger, che potrebbe tenerselo stretto ai Gunners.

Campbell è un attaccante mancino molto rapido, ma anche tecnico e freddo sotto porta. La sua posizione ideale è quella che lo mette in condizione di agire sul centro-destra alle spalle di una punta centrale, in modo da sfruttare il suo gran mancino e la sua abilità nell’ 1 vs 1, ma essendo comunque alto 180 cm può anche essere impiegato come punta centrale di movimento.

“Ha una potenzialità incredibile considerando che è un classe ’92. Con Neymar ed Eriksen è sicuramente uno dei tre giovani più forti al mondo. Se fosse brasiliano varrebbe 20 milioni”. Queste le parole dell’agente Edoardo Giusti rilasciate a Sportmediaset nel 2011, quando Joel militava ancora in patria, nel Deportivo Saprissa.
Il Mondiale brasiliano sarà una grande occasione per lui, dato che si ritroverà sulle spalle tutte le responsabilità offensive della sua squadra, che dovrà fare a meno del bomber Saborio.

Di Luigi Favero

Rispondi