Intervista: PER AG90 FEDERICO ANEDDA

Immagine tratta da www.cagliaricalcio.net

Immagine tratta da www.cagliaricalcio.net

Conosciamo meglio, con questa intervista,  uno dei giovani talenti del Cagliari Primavera: Federico Anedda.
Esterno alto d’attacco classe ’96, Anedda abbina qualità e quantità nelle sue prestazioni in campo.
Cagliaritano di nascita, il giovane attaccante ha sempre fatto bene nelle formazioni giovanili rossoblù, lasciando intravedere qualità importanti.
Ecco le sue parole.

Federico Anedda, cosa significa per te giocare a calcio?
Per me giocare a calcio è puro divertimento ma anche un modo di socializzazione

Come e quando hai iniziato a giocare?
Quando avevo all’incirca 4/5 anni mi sono avvicinato molto al mondo del calcio perché ogni giorno, mattina e sera, non perdevo mai una puntata del mio cartone preferito, Holly&Benji; è così che mi sono innamorato di questo sport

Cosa significa, per te, vestire la maglia di una società importante come il Cagliari?
Sono onorato di indossarla, perché molti ragazzi vorrebbero essere al mio posto

Come sei arrivato al Cagliari?
Al Cagliari sono arrivato dopo aver passato ben 6 provini

Qual è il ruolo dove preferisci giocare?
Esterno alto

Qual è il tuo asso nella manica? Il tuo colpo migliore?
Ho una buona elevazione,la fortuna di saper calciare con entrambi i piedi e sono abbastanza veloce

C’è un giocatore a cui ti ispiri in particolare?
Ultimamente Icardi

Secondo te, per un ragazzo che termina il suo cammino nelle giovanili, è meglio scendere di categoria e giocare, oppure rimanere nella squadra d’origine a crescere in un ambiente conosciuto, però giocando poco?
A parere mio è meglio rimanere ad alti livelli e giocare poco ma confrontarsi con calciatori più forti; un calciatore cresce anche in questo modo

C’è qualcuno che devi ringraziare particolarmente, per essere arrivato a questo punto?
Senza dubbio i miei genitori

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Giocare più in alto possibile

Con chi sogni di giocare un giorno?
Mi piacerebbe giocare con Pogba

Dove ti vedi tra 5 anni?
Non ho mai pensato ad un futuro,vivo il presente

Grazie Federico e in bocca al lupo.
Crepi il lupo; grazie a voi.

Autogol al Novantesimo

di Rocco Lucio Bergantino

Rispondi