Intervista – IN ESCLUSIVA PER AG90: MANUEL RIZZON

©Sabrina De Giorgio

©Sabrina De Giorgio

Difensore classe ’95 in forza alla formazione Primavera del Cittadella, Manuel Rizzon è uno dei difensori più esperti del Campionato Primavera.
Forte fisicamente e con un’ottima attitudine alla visione tattica della partita, Manuel si racconta in esclusiva per Autogol al Novantesimo, con naturalezza e disponibilità.

Manuel Rizzon, quando hai iniziato a giocare a calcio?
Ho iniziato a giocare a calcio all’età di sei nella squadra del mio paese (Borgo Valsugana, in provincia di Trento)

Come sei arrivato al Cittadella?
A Cittadella sono arrivato all’età di 14 dopo essere stato notato da un osservatore di questa società e dopo aver fatto vari provini, allenamenti e tornei

Come sta andando questa stagione?
Questa annata purtroppo non sta andando bene visto l’ultima posizione occupata. L’età media molto giovane della nostra squadra, a differenza delle altre società, non ha sicuramente favorito il nostro cammino e l’inesperienza, in un campionato come quello della Primavera, si è fatta sicuramente sentire

Qual è l’obbiettivo che vi siete prefissati come squadra?
L’obbiettivo che la Primavera del Cittadella è sempre quello formare uomini e giocatori pronti per la prima squadra che milita in Serie B; l’obbiettivo principale non è, quindi, solamente la vittoria ma la crescita e la maturazione dei vari giocatori

Quali sono, invece i tuoi obbiettivi personali?
Il mio obbiettivo è sicuramente quello di rimanere nel calcio che conta , quindi nei professionisti, magari ottenendo una riconferma in prima squadra

Qual è il ruolo dove preferisci giocare?
Il mio ruolo preferito è quello di difensore centrale, ma mi piace anche il ruolo di terzino destro

A chi ti ispiri? Qual è il tuo modello?
Il mio modello è Thiago Silva, un difensore centrale che riesce a combinare una grandissima tecnica alla fisicità ed alla abilità tattica

A quale giocatore di Serie A o di qualche altro grande campionato, invece, pensi di somigliare di più?
Non credo però di somigliare a nessuno dei difensori militanti in Serie A; spero comunque di riuscire a migliorare per raggiungere i loro livelli

Qual è la tua migliore caratteristica?
Le mie caratteristiche principali sono sicuramente quelle fisiche e, credo, l’intelligenza tattica

Con chi sogni di giocare un giorno?
Il mio sogno è quello di giocare con la Nazionale oppure con il Milan, squadra della quale sono tifoso fin da bambino

Una volta ultimato il tuo cammino nelle giovanili, preferiresti rimanere a Cittadella a crescere “all’ombra” di qualche giocatore esperto, o andare in una serie minore a giocare?
Credo che a questa giovane età sia essenziale giocare, quindi credo che sia meglio fare presenze in categorie minori rispetto a fare sempre panchina

Cosa provi quando hai la possibilità di allenarti con la prima squadra?
Per fortuna ho la fortuna di fare spesso parte del gruppo della prima squadra avendo anche fatto il ritiro estivo con loro. Certamente stando a contatto con giocatori esperti come loro si ha sempre molto da imparare e si cresce davvero tanto

Ti sentiresti pronto per entrare stabilmente nell’organico della prima squadra?
Questo non lo so, non posso dirlo io; certamente darò il massimo per centrare questo obbiettivo

Fantastichiamo per qualche istante; facciamo finta che tu sia il presidente di una squadra; quale sarebbe il tuo 11 ideale? Puoi scegliere giocatori contemporanei e passati, senza vincoli temporali.
4-3-3: Casillias, Cafù, Nesta, Thiago Silva, Maldini, Pirlo, Iniesta, Yaya Toure, Messi, Ibra, Ronaldo

Dove ti vedi tra 5 anni?
Tra cinque anni mi vedo sicuramente ancora nel mondo del calcio sperando, come già detto, di essere nel mondo dei professionisti

Grazie Manuel; in bocca al lupo per tutto.
Crepi il lupo e grazie a voi.

"Ad Autogol al Novantesimo con affetto e amicizia, Manuel Rizzon 25"

“Ad Autogol al Novantesimo con affetto e amicizia, Manuel Rizzon 25”

Autogol al Novantesimo

di Rocco Lucio Bergantino

Rispondi