Intervista – IN ESCLUSIVA PER AG90, FILIPPO BERRA

Foto Francesco Lo Castro

Foto Francesco Lo Castro

Giocatore classe 95′ in forza all’Udinese Primavera, Filippo Berra è uno dei maggiori talenti della formazione bianconera.
Intervistato in esclusiva da Autogol al Novantesimo, Filippo si racconta in questa ampia intervista, con naturalezza e disponibilità.

Filippo Berra, quando hai iniziato a giocare a calcio?
Ho iniziato a giocare a calcio all’età di 8 anni, dopo aver seguito la passione di famiglia che era il basket

Qual è stata la tua prima squadra?
La mia prima squadra é stata il Moimacco, si tratta di una squadretta che si trova vicino casa mia nella quale ho giocato per 2 anni; poi sono andato all’Udinese

Come sei arrivato ad Udine?
Ho iniziato facendo qualche allenamento assieme a loro durante il secondo anno calcistico; poi dagli allenamenti sono passato ai tornei finché alla fine di quell’anno sono entrato a far parte del settore giovanile dell’Udinese con la squadra degli Esordienti.

Come sta andando questa stagione?
Questa stagione, per il momento sta andando discretamente bene; peró dobbiamo rimanere concentrati perché la strada é ancora lunga per raggiungere il nostro obbiettivo, ossia quello di raggiungere le fasi finali

Dove potete arrivare?
Secondo me, visto come abbiamo affrontato le varie partite potremmo centrare i play off anche se dobbiamo stare attenti a non commettere altre disattenzioni come avvenuto in passato e perdere inutilmente punti per strada

Qual è il ruolo dove preferisci giocare?
Mi piace giocare come centrocampista esterno nel centrocampo a 5, anche se devo dire che non mi dispiace per niente giocare come terzino destro nella difesa a 4.
Tuttavia, se dovessi scegliere, direi che preferisco fare il quinto centrocampista a destra

Mettiti in per qualche istante, nei panni di un giornalista. Come descriveresti il Filippo Berra calciatore? Pregi e difetti.
Penso di essere un difensore dotato di una discreta fisicità, buona resistenza e con buoni tempi di inserimento, peró sicuramente devo migliorare la parte tecnica

Qual è il tuo modello?
Non ho un modello vero e proprio, anche se un giocatore che mi piace moltissimo é Dani Alves; secondo me é il migliore in quel ruolo al momento. Inoltre, mi piace molto anche Caceres.
Sono entrambi due giocatori dotati di grande dinamicità e propensi maggiormente alla fase offensiva

A quale giocatore ti paragonano più spesso?
Mi è capitato spesse volte di essere paragonato a Lichsteiner e devo dire che come paragone mi ci ritrovo, in quanto penso che siamo due giocatori abbastanza simili

In quale squadra sogni di giocare?
Sin da piccolo tifo Juventus, per cui mi piacerebbe molto vestire quella maglia anche se in questo momento la cosa più bella sarebbe quello di esordire in Serie A con la maglia della squadra della mia città, quella dell’Udinese

Una volta ultimato il tuo cammino nelle giovanili, preferiresti rimanere ad Udine a crescere “all’ombra” di qualche giocatore esperto, o andare in una serie minore a giocare?
Sicuramente come ho appena detto preferirei rimanere a Udine anche se probabilmente sarebbe meglio andare a fare esperienza in qualche altra squadra e tornarci tra qualche anno

Come vivi la vigilia di una partita importante?
Prima di una partita importante cerco di rimanere più calmo e tranquillo possibile; le emozioni a volte possono giocare brutti scherzi

Hai già avuto l’occasione di allenarti con la prima squadra? Che sensazioni hai provato?
Fortunatamente ho avuto l’occasione di allenarmi con la prima squadra e di partecipare anche a numerose trasferta. Ho partecipato alla vittoriosa trasferta di Liverpool, sono andato a Roma, Catania, Bologna,Berna Mosca ecc… L’anno scorso mi é toccato spesso e soprattutto volentieri girare per il mondo grazie al calcio. Sono state esperienze fantastiche, ho potuto tastare con mano o meglio con i piedi i campi che fino a pochi giorni prima sognavo e guardavo in televisione

Ti sentiresti pronto per entrare stabilmente nell’organico della prima squadra?
Sì, mi sentirei pronto e sarebbe una grandissima soddisfazione; sarebbe il coronamento del mio sogno

Fantastichiamo per qualche istante; facciamo finta che tu sia il presidente di una squadra; quale sarebbe il tuo 11 ideale? Puoi scegliere giocatori contemporanei e passati, senza vincoli temporali.
Io sceglierei: Buffon tra i pali, a sinistra Maldini, come difensori centrali Baresi e Beckenbauer e a destra Cafu. A centrocampo farei giocare Zidane, Pirlo e Platini, e in attacco schiererei un tridente formato da Messi, Pelé e Maradona

Dove ti vedi tra 5 anni?
Naturalmente non lo so e non riesco neppure a immaginarlo; io continuo a metterci il massimo dell’impegno in questo bellissimo sport che mi ha dato e spero mi darà ancora grandi soddisfazioni

Autogol al Novantesimo

di Rocco Lucio Bergantino

AG90

Rispondi