Serie A – UN AMORE SENZA FINE: IL VERONESE DI SAO PAULO

Immagine tratta da www.pianetahellas.net

Immagine tratta da www.pianetahellas.net

Rafael de Andrade Bittencourt Pinheiro, potriere brasiliano (di San Paolo) classe ’82, semplicemente conosciuto come Rafael, è una delle più solide colonne portanti dell’”Hellas Verona dei sogni”, di questa stagione.

Dopo le esperienze in Brasile (con C.A. Juventus, Santos e Sao Bento) nel 2007 Rafael approda all’Hellas, al tempo appena retrocessa in Serie C1 (l’odierna Prima Divisione).
Il suo apporto è stato da subito importantissimo per la formazione veronese; infatti, nella sua prima stagione italiana, Rafael totalizzò ben 37 presenze (divise tra Campionato, Coppa Italia di Serie C e play-out), giocando praticamente tutte le partite.

Ed è proprio la sua assidua presenza in campo ad essere il leitmotiv della sua carriera veronese.
Nei suoi 6 campionato finora disputati infatti (compreso quello in corso) Rafael ha disputato un totale di 235 partite (escludendo coppe nazionali e playoff) sulle 242 totali.
Pur essendo un portiere (ruolo poco avvezzo ad essere oggetto di cambi se non per cause che esulano da motivi tattici) è impressionante la statistica che vede il portiere brasiliano, sempre in campo dal 2007 (avendo saltato solo 7 incontri).
Un vero e proprio record, il quale si riflette necessariamente sulla considerazione estremamente positiva che i tifosi veronesi hanno dell’estremo difensore brasiliano.

Ad accrescere l’affetto dei tifosi per il ragazzo, c’è il fatto che Rafael è l’unico superstite, insieme al capitano Domenico Maietta e ad Emil Hallfredsson, della strepitosa parabola ascendente vissuta tra il 2010 ed il 2013, che ha portato l’Hellas Verona dalla Prima Divisione di Lega Pro, al paradiso calcistico della Serie A.

Il 25 Agosto 2007, Rafael faceva il suo esordio nel calcio italiano con la maglia del gialloblù in un Verona-Cittadella di Serie C, terminato 0-1 con rete su rigore di Claudio Coralli; il 24 Agosto di 5 anni e 364 giorni dopo, Rafael esordisce in Serie A, vincendo, con i suoi compagni, una gran partita in casa contro il Milan (2-1, reti di  Poli per il Milan e doppietta Toni per il Verona).

Rafael-Verona, la dimostrazione che le favole esistono anche nel calcio.

Autogol al Novantesimo

di Rocco Lucio Bergantino

INIZIO HOME

Ti è piaciuto l’articolo? Allora CLICCA QUI e diventa fan della pagina Facebook di Autogol al Novantesimo

Una risposta a “Serie A – UN AMORE SENZA FINE: IL VERONESE DI SAO PAULO

Rispondi