#SpazioGiovani – LEANDRO PAREDES: IL NUOVO RIQUELME

Normal
0

14

false
false
false

IT-CH
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
text-align:justify;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}

Normal
0

14

false
false
false

IT-CH
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

Leandro Paredes

Immagine tratta da www.labombonera.com.ar

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
text-align:justify;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}
Centrocampista di qualità classe ’94. Piedi buoni, gran tiro e personalità da vendere.
Tale identikit corrisponde alla persona di Leandro Daniel Paredes.
Una vita nel Boca Juniors (nel quale milita da quando aveva 8 anni), il talento argentino sta sempre più conquistando il pubblico della 
Bombonera.

In patria se lo cullano, anche se tutti sanno che ne futuro, più o meno immediato, è destinato ad emigrare in Europa.
Egli stesso non fa nulla per non farsi notare, e continua a sfornare prestazioni maiuscole  e giocate da fuoriclasse.
Ultima perla del baby talento, il gran gol che nell’ultimo incontro del campionato argentino (contro il Tigre) il quale è valso al Boca il momentaneo pareggio. Una bordata di  destro che ha superato il portiere avversario e fatto esplodere di gioia tutto lo stadio.
Dalla scorsa estate, il suo nome è sulla lista della spesa di Sabatini (da sempre sensibile alla coltivazione di talenti sudamericani, come Lamela e Pastore).
Pur non avendo chiuso l’affare in estate, il Ds giallorosso appare attento ad ogni evoluzione proveniente dall’altra parte dell’oceano. La grande qualità del ragazzo, sempre più somigliante al suo idolo Riquelme, andrebbe a rimpolpare un reparto già ricco. L’arrivo di Paredes, in ottica giallorossa, avrebbe una duplice funzione, a breve e lungo termine.
A breve termine, l’ingaggio di Leandro, servirebbe ad allungare la panchina, regalando a Rudi Garcia un’ulteriore carta da aggiungere al suo mazzo. A lungo termine, invece, Paredes potrebbe rappresentare un “Lamela-bis”, crescendo di valore e rappresentando una conveniente plusvalenza per la dirigenza giallorossa, o semplicemente diventare il padrone della mediana giallorossa del futuro.
Comunque, il suo arrivo nella capitale non sarà possibile nella sessione di Gennaio, in quanto il ragazzo non è provvisto di passaporto comunitario (e i due posti disponibili sono stati occupati da Maicon e Gervinho, per questa stagione).

Dove andrà e quando lo farà, non si puù affermare con certezza; quel che è sicuro è la grande qualità di un talento predestinato e destinato a dar spettacolo, ovunque andrà.

 

CLICCA QUI PER VEDERE LE PRODEZZE DI LEANDRO PAREDES

 

Autogol al Novantesimo

di Rocco Lucio Bergantino

Rispondi