Intervista – UNA VITA SUL CAMPO; INTERVISTA AD IGHLI VANNUCCHI

 

vannucchi

Immagine tratta da www.ighlivannucchi.it

Ighli Vannucchi, una vita passata calcando i campi di tutta Italia dal ’95 ad oggi. Più di 500 presenze con 72 gol divisi tra Lucchese, Salernitana, Venezia, Empoli, Palermo, Guamo, Spezia, Virtus Entella e Viareggio. Un profondo conoscitore del calcio nostrano, che si racconta ad Autogol al Novantesimo.

Ighli Vannucchi, lei è un vero e proprio veterano del calcio italiano. Ma cosa rappresenta per lei il calcio?
Veterano ci sto arrivando! Di anzianità peró [ride].
Il calcio è un gioco trasformato in professione svolta, se possibile, divertendosi.

Quando e come ha iniziato a giocare a pallone?
Nella pancia della Mamma credo.

Ha militato in molte squadre ed è stato apprezzato in piazze diverse; ce n’è una che ha significato, per lei, qualcosa di più rispetto alle altre?
Tutte hanno lasciato chi più chi meno qualcosa. Probabilmente Empoli è stata la squadra con cui ho condiviso più emozioni.

 C’è, invece, qualche esperienza che l’ha “segnata” negativamente?
Assolutamente no. 

Tra tutti i calciatori con cui e contro cui ha giocato, qual è quello che l’ha impressionato di più?
Mah, non saprei; Zidane, Del Piero, Baggio, Ronaldo, Maldini, Rui Costa, Totti

 È rimasto in contatto con qualche vecchio compagno?
Pochi 

Lei ha avuto come allenatori personaggi importanti come Novellino, Delio Rossi, Guidolin, Cagni e Somma; ce n’è uno con il quale ha instaurato un rapporto “speciale”?
Non è semplice; con Cagni e Prina dell’Entella c’era qualcosa in più; ma non fraintendete [ride]

C’è qualche evento legato alla sua carriera calcistica, che ricorda con particolare piacere?
Gol allo scadere di testa in Salernitana Vicenza vinta per 2-1 [Serie A Stagione 98/99, 16 Maggio  n.d.r.]

 Giochiamo un po’ con la fantasia; facciamo finta che lei sia il presidente di una squadra; quale sarebbe il suo 11 ideale? Può scegliere giocatori contemporanei e passati, senza vincoli temporali.
Non saprei. Seguo poco il calcio e tanti giocatori nuovi non li conosco

 Dove si vede tra 5 anni?
A pescare

Autogol al Novantesimo

di Rocco Lucio Bergantino

 

 

[banner size=”468X60″]

Rispondi